Formattazione LLF

Formattazione LLF

Formattazione LLF

Formattazione LLF a basso livello (ATA, SATA, SCSI) a scelta fra metodo Gutmann (35 passaggi), Dod Short, Dod, Prng ed Rcmp.

La Formattazione , in informatica, è l’operazione tramite la quale si prepara per l’uso un supporto di memorizzazione di massa.

I dispositivi, come ad esempio un disco fisso o una sua partizione, vengono resi idonei all’archiviazione di dati, impostando la struttura del file system che vi verrà allocato.
La Formattazione può venire chiamata a volte anche inizializzazione.
L’operazione consiste nel dividere la capacità del disco in una serie di blocchi di uguali dimensioni e fornire una struttura logica in cui verranno scritte le informazioni che permetteranno l’accesso ai dati desiderati.
Uno dei casi in cui si ricorre alla formattazione di un disco si verifica quando è necessario reinstallare il sistema operativo di un computer a seguito di malfunzionamenti causati da malware o da problemi software.

In questo caso, dopo aver effettuato una copia di backup dei dati, si procede alla formattazione per disporre di una struttura di memorizzazione sicuramente integra sulla quale installare il sistema operativo. Nel caso si stia reinstallando il sistema operativo a causa di un malfunzionamento causato da malware, è bene analizzare il backup dei dati con un buon antivirus, in modo da eliminare eventuali infezioni da malware che altrimenti rischierebbero di infettare nuovamente il computer.

In effetti i dati di un Hdd, non vengono mai cancellati definitivamente, ma etichettati dal S.O. come “cestinati”. La Formattazione a basso livello LLF, con il metodo della sovrascritura Gutmann o similare, rendono gli stessi non recuperabili, oppure non utilizzabili a fine del processo.
 
Torna alla Home